Scoprire la Corsica

Il mare

L’elemento fisico dai molteplici riflessi che ci circonda e che vi invita a tante attività: guardare… fotografare un magnifico tramonto… vedere un delfino, se sai aspettare vicino alle falesie di Bonifacio che il sole si corichi ne potrai godere.

E poi, se c’é vento, perché non darsi al windsurf mentre i più piccoli potrebbero appassionarsi alla barca a vela in tutta sicurezza in una delle strutture specifiche? E per i più sportivi il kayak da soli o per due o, perché no e per i più audaci, il kitesurf o la ciambella da traino…o un giro in jet ski!

O, per i più curiosi, una immersione subacquea (partenza da Piantarella) per scoprire i nostri fondi marini che certamente affascineranno tutti, grandi e piccini.

O ancora: un giro in catamarano con o senza lo skipper per un giorno intero o una mezza giornata, o un pic nic sulla spiaggia dopo una lunga passeggiata lungo il litorale, ogni cosa é pensata perché possiate fabbricarvi meravigliosi ricordi.

La natura

Che veniate dalla campagna o dalla città scoprirete che la natura in Corsica é onnipresente e fa parte del nostro quotidiano, montagna o pianura, una tappa del GR20, una passeggiata a cavallo, in bicicletta, una scalata a Bavella, una discesa in canyoning, una gita al pianoro del « Cuccionu » niente vi lascerà indifferenti.

Il nibbio girerà sulle vostre teste come un richiamo alla danza per riportarvi all’essenziale. Si, la natura sovrasta ed invita a percorrere qualche chilometro nella sua innocenza. E se vi capita di vedere qualche muflone osservatelo discretamente e silenziosamente.

cosi raro cosi come le piante o i fiori endemici della Corsica dalle molteplici virtù come l’elicriso, il mirto, la nepitella, la lavanda selvaggia il timo e il rosmarino selvatici, tutti nati nella macchia per profumare l’aria che respirate. Nei dintorni passeggiate che vi toglieranno il fiato e che, dopo una o due ore di marcia, vi presenteranno panorami eccezionali.

Il patrimonio

Bonifacio ha, a lei sola, un patrimonio ancestrale potente. E’ una cittadina che dovete esplorare lasciandovi portare dalle sue stradine, per esserne sorpresi, e visitare il cimitero marino per un vero viaggio nel tempo.

Il museo di Levie traccia la sua evoluzione, soprattutto quella umana, (la Dama di Bonifacio 7000 anni A.C.) ma non solo: potrete conoscere la storia e la vita quotidiana dei popoli dell’Alta Rocca dall’ottavo millennio prima della nostra era fino al medioevo.

Cucuruzzo é un sito archeologico preistorico, una fortezza dell’età del bronzo che si trova anch’essa a Levie e che è stato scoperto nel 1959 . Un sentiero scende dolcemente nella vallata per arrivare alla fortezza da cui si gode la splendida vista sui verdeggianti dintorni e le cime di Bavella.

Gastronomia & Enologia

Cosa sarebbe un patrimonio culturale senza il cibo e il vino!

Il vino còrso occupa un posto privilegiato sulle nostre tavole i rossi vengono da vitigni locali, i bianchi da vitigni sardi o siculi. Tante le varietà con vini potenti o più minerali. La qualità dei vini dii Corsica é ormai riconosciuta, le case vinicole aprono le loro porte per la degustazione e potrete trovare delle vere pepite! Lasciatevi affascinare dall’accordo vino/cucina còrsa durante una cena altamente gastronomica, ambedue vi entusiasmeranno.

E se per caso non avete in tempo per un pasto vero lasciatevi tentare da “U Spuntinu » (spuntino o aperitivo composto da affettati, prosciutto e formaggi rigorosamente còrsi, pane buono accompagnati da un buon rosé da consumare tra amici) e ne sarete conquistati.